Casi Clinici - Forum

Home  |  Login  |  Register

Forum >> rischio cardiovascolare preoperatorio >> Pages: 1 2 3

Argomento: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin- Data: 2013-01-26, 1359236236
rischio cardiovascolare preoperatorio## 98 ##
../public/immagini/98Scan_gennaio-17-2013-8-06-27-
../public/immagini/98Scan_gennaio-17-2013-8-06-27-

Risposta a: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin - Data: 2013-01-17
Caso clinico: un chirurgo addominale invia in cardiologia un paziente di 74 anni per una valutazione cardiologica preoperatoria.
Il paziente da sei settimane ha dolore addominale e alvo irrregolare.Ha avuto sangue nelle feci.Al ricovero aveva un'anemia normocitica normocromica, rx torace e ECG normali.Era stato diagnosticata neoplasia del cieco.La stadiazione TAC evidenziava un tumore T3N1M0. Per caso era stato notato un aneurisma aortico infrarenale di 5,5cm.
Era programmata un'emicolectomia.

Risposta a: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin - Data: 2013-01-17
Riflessione: il rischio cardiovascolare varia con la lunghezza dell'intervento e con la potenziale disfunzione emodinamica.Una laparoscopia può comportare uno stress cardiaco maggiore di un intervento a cielo aperto.
A BASSO RISCHIO : sono gli occhi, denti, sistema endocrino, ginecologia ricostruzione, urologici minori e procedure ortopediche.
A RISCHIO INTERMEDIO: orecchie, naso, gola, carotidi, neurologici, polmonari, addominali, renali, trapianto epatico, procedure maggiori urologiche o ortopediche, procedure percutanee arteriose o aortiche.
ALTO RISCHIO: chirurgia aortica e vascolare maggiore, chirurgia vascolare periferica.

Risposta a: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin - Data: 2013-01-17
Il giorno prima dell'intervento il paziente accusò dolore toracico irradiato al giugulo.L'episodio durò a riposo 20 minuti. Fu alleviato da due spray di nitroglicerina.Un ECG tempestivo non evidenziò ischemia.I livelli di troponina T non erano elevati.

Risposta a: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin - Data: 2013-01-17
IPOTESI:
angina instabile
scompenso cardiaco acuto
aritmia cardiaca importante
valvulopatia sintomatica
infarto miocardico da 30 giorni con ischemia residua

Risposta a: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin - Data: 2013-01-17
fattori di rischio clinico sono:
angina pectoris
precedente infarto
scompenso cardiaco
ictus o TIA
disfunzione renale ( con creatininemia >170 o creatinina clearence <60 l\min
diabete mellito tipo 1.

Risposta a: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin - Data: 2013-01-17
valutazione iniziale da fare:
anamnesi cardiologica
esame fisico: per identificare cardiopatie
ECG: per ricercare aritmie, ischemie, o malattie cardiache
esami ematici: cellule, elettroliti,urea, creatinina, glicemia.

Risposta a: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin - Data: 2013-01-17
il paziente riferì una storia di angina stabile.fino al ricovero faceva uso frequente di trinitrina spray.
Non storia di aritmia, dispnea, ortopnea, o dispnea parossistica notturna.Aveva diabete.Ebbe un ictus dieci anni prima con residuua lieve paresi.Aveva fumato un pacchetto al mese di sigarette fino a dieci anni prima.Beveva moderatamente alcoolici.Vive con la moglie e provvede da solo alla spesa.

Risposta a: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin - Data: 2013-01-18
La sua capacita fisica diminuì fino a 5 mets.
(1 met : cammina in casa
4 mets: cammina 100mt in piano o sale 1 piano di scale.
7 mets: sale 2 piani di scale, fa una partita a golf,
>10 mets: gioca a tennis o a pallone o nuota.
Classi funzionali di angina nella scuola Canadese:
Classe1:nessuna limitazione dell'attività quotidiana. Angina può insorgere durante sforzo improvviso o molto prolungato. Tollerati 7-8mets.
Classe2: leggere limitazione della attività ordinaria
Angina può insorgere camminando o salendo rapidamente le scale.
Camminando veloce.
Camminando o salendo le scale dopo pranzo , al freddo, al vento, o sotto stress emotivo.
Classe3: notevole limitazione dell'attività ordinaria.angina salendo un piano in normali condizioni.Esercizio tollerato 3-4mets.
Classe4:impossibilitato a fare ogni attività fisica senza angina.
Angina a riposo, tollerati solo 1-2mets.

Risposta a: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin - Data: 2013-01-18
La coronarografia mostro' danno di tre vasi nonostante eco e ECG normali, ma test da sforzo positivo a 3 minuti con ST sottoslivellato. CD dominante con numerosi restringimenti, coronaria margine ottuso con grossa stenosi, LAD occlusa nella zona media,LMS normale.
Alla sola visita risultava un soffio carotideo,esame cardiovascolare normale.pressione normale 130/70. ,battito ritmico 74/min.il paziente non aveva angina ma stanchezza alle gambe durante test da sforzo interrotto dopo 3 minuti per comparsa di ST sottoslivellato in sede inferiore.
All'ecocardiogramma la funzione cardiaca era buona e non c'era valvulopatia.



Risposta a: rischio cardiovascolare preoperatorio - Autore: admin - Data: 2013-01-18
Riflessioni: bisogna valutare prima dell'intervento l'assenza di sintomi cardiaci in pazienti con buona capacita funzionale.
L'assenza di sintomi cardiaci in pazienti limitati da condizioni non cardiache ( neurologiche, polmonari, ortopediche, vascolari) non rassicurano e devono essere fatti test farmacologici da stress per identificare i pazienti ad alto rischio per una chirurgia rischiosa).